Anche la natura può aiutare l’eiaculazione precoce

Anche la natura può aiutare l'eiaculazione precoceIl problema dell’eiaculazione precoce è sicuramente uno dei fastidi peggiori che un uomo possa presentare, soprattutto quando questo intralcia la vita di coppia e non solo. Chi soffre di eiaculazione precoce spesso nemmeno se ne accorge o comunque non trova il coraggio di parlarne con un medico, specialmente un urologo o un andrologo.

Parlarne significa comunque uscire da quel guscio di vergogna che circonda questo determinato problema e soprattutto potrebbe essere davvero risolutivo. Le cause che maggiormente influiscono sono sempre legate all’ansia, che gioca un terribile ruolo per quanto riguarda una veloce eiaculazione.

Molti uomini, al giorno d’oggi, più che cercare l’aiuto di un medico, che è fondamentale e obbligatorio in questi casi, cerca su internet qualche rimedio per aumentare e migliorare le proprie prestazioni. Questi rimedi, sia farmacologici che naturali, però, non sono utili al fine di guarire definitivamente dal problema, infatti essi “nascondono” le cause che rimarranno sempre dentro di noi, che siano esse fisiche o mentali.

Però per chi magari cercasse temporaneamente aiuto in qualcosa che non sia pericoloso per la propria salute, può affidarsi a dei rimedi naturali, a volte anche molto efficaci. I rimedi naturali consisteranno soprattutto in quelle erbe che servono per alleviare e abbassare i livelli di ansia, che come sappiamo è una delle cause principali del problema.

La passiflora è l’erba maggiormente consigliata in questi casi, perché riduce i livelli di ansia, in quanto ha in se delle proprietà sedative. Anche una sana alimentazione è un elemento fondamentale per chi soffre di eiaculazione precoce, cibi come il ginseng e il latte di mandorla infatti affievoliscono lo stress, mentre aglio e peperoncino aiutano la circolazione sanguigna, permettendo erezioni più valide.

Ma uno dei rimedi meno costosi e più efficienti è sicuramente l’attività fisica, infatti allenando il proprio corpo, si allena anche la mente, e più si è in forma, più le prestazioni migliorano riuscendo a risolvere in parte il fastidioso problema. Insomma, non esiste al giorno d’oggi un rimedio specifico per questo problema, ma sicuramente un corretto stile di vita può in ogni modo non solo risolvere i problemi a letto ma migliorare anche la propria salute.

Per sconfiggere l’eiaculazione precoce bisogna prima riconoscerla

Per sconfiggere l'eiaculazione precoce bisogna prima riconoscerlaL’eiaculazione precoce è uno dei problemi più silenti del ventunesimo secolo. Silenti, nel senso che chi ne soffre molto spesso nasconde il problema per vergogna e imbarazzo, infatti chi soffre del disturbo preferisce tenere per se il problema che cercare di risolverlo grazie all’aiuto di un medico o una psicoterapeuta. Altre volte accade però che chi soffre di questo disturbo, ostenta a riconoscerlo, ritenendo magari normali alcuni comportamenti a letto che tanto normali forse non sono.

Spesso il problema sta proprio nel saper riconoscere il disturbo quando è presente e magari successivamente affrontare il discorso a livello medico e farmaceutico. L’International Society of Sexual Medicine ha stabilito che si soffre di eiaculazione precoce quando il rapporto dura al massimo due minuti e il disturbo è ancora più grave quando al massimo si riescono a raggiungere tre movimenti coitali o addirittura finire ancora prima di iniziare.

La maggior parte delle volte il disturbo è di origine nervosa e psicosomatica, cioè riguarda la sfera mentale e psicologica dell’individuo e l’aiuto di uno psicologo è alla lunga il metodo più efficace per superare definitivamente il problema.
Altre volte però il problema però può essere legato a qualche disfunzionalità organica che riguarda soprattutto la tiroide, l’uretra e la prostata. In questi ultimi casi per risolvere il problema basterà eliminare la causa organica e tutto ritornerà alla normalità.

Ci sono alcuni casi in cui la causa del problema è l’attività masturbatoria dell’individuo che magari è riuscito a formare una buona muscolatura a livello genitale senza però agevolare i tempi dell’eiaculazione. Secondo Freud, la precocità in campo sessuale dell’uomo è riconducibile a pulsioni sadiche dell’uomo nei confronti della donna, mentre oggi gli psicologi italiani attribuiscono il problema all’ansia da prestazione che non permettere ai maschi un approccio più maturo nei confronti del sesso.

Esistono tantissimi rimedi nei confronti di questa malattia, ognuno specifico a seconda dei casi in cui ci si imbatte, quindi per chi ne soffrisse sarebbe opportuno che comincia a trovare il coraggio di farsi avanti e vivere una vita molto più serena e soprattutto ricca di autostima, che è l’elemento fondamentale per chi soffre di questo fastidiosissimo disturbo.

Eiaculazione Precoce: perché rivolgersi al medico

Negli ultimi decenni si sente parlare davvero molto di un problema sessuale maschile che ha un’incidenza davvero enorme, ma che spesso viene soffocato per vergogna o timore di potersi sentire “diversi” o “meno uomini”. Ovviamente stiamo parlando dell’eiaculazione precoce che più che una vergogna dovrebbe essere considerata come una vera e propria malattia che può essere curata andando semplicemente dal proprio medico.

La maggior parte delle persone che ne soffre, non trova minimamente il coraggio di rivolgersi a uno specialista per affrontare la problematica, anzi, preferisce tenersi dentro tutto, peggiorando addirittura la situazione. Il “precoce” rischia di andare incontro a un disagio senza fine, che può finire con il creare stress e ansia nell’individuo, ma anche all’interno della coppia. Ebbene si, una veloce eiaculazione infatti non permettere di avere sane e durevoli relazioni, oltre a creare vergogna e disagio verso se stesso e la propria partner.

La donna in questo caso si sentirà insoddisfatta, aumentando il rischio di infedeltà e dall’altro lato l’uomo si vergognerà di se stesso, senza così raggiungere un benessere fisico e mentale. In questi ultimi anni però il problema è stato affrontato molto più spesso da medici e ricercatori che hanno finalmente individuato la causa che sta alla base dell’eiaculazione precoce, cioè la serotonina.

Questo elemento chimico è prodotto dal nostro cervello ed è quell’elemento che consente di mantenere sempre alto l’umore e placare quindi l’ansia e lo stress. Dagli studi effettuati si è scoperto che in quasi la totalità delle persone che soffrono del problema, i livelli di serotonina sono molti bassi, quindi questi soggetti sono maggiormente esposti al problema. Trovata la causa, risolto il problema, infatti grazie a determinati farmaci si possono aumentare i livelli di serotonina nel corpo, aiutando la risoluzione definitiva del problema.

Rivolgersi al medico è quindi l’unica soluzione se si vuole uscire dalla vergogna in cui si è caduti, solo così si potrà tornare ad affrontare la vita a testa alta, in pace con se stessi e la propria donna. Anche l’aiuto psicologico può aiutare, ma per chi non possa intraprendere questa strada, la soluzione esiste, basta parlarne.

Arriva lo spray contro l’eiaculazione precoce

E’ proprio vero, lo stesso inventore del Viagra, dopo aver inventato la miracolosa pillola blu che aiuta a combattere la disfunzione erettile nell’uomo, presto spopolerà nel mercato farmaceutico anche per un altro prodotto davvero sensazionale e che aiuta anche questa volta tutti quegli uomini che hanno problemi a letto. In questo caso si tratta di un preciso ed economico spray che aiuterà a combattere definitivamente l’eiaculazione precoce, uno dei problemi che affligge milioni di uomini in tutto il mondo e che spesso viene addirittura sottovalutato.

Finora esistono davvero tantissimi prodotti che possono essere acquistati sia online che nelle farmacie, ma molti di essi non sono per nulla sicuri e soprattutto di dubbia efficacia. Pillole, preservativi ritardanti e altri prodotti fin qui veduti si sono mostrati molto spesso poco efficaci se non addirittura peggiorativi di una situazione già complicata di per se. Il Tempe Spray (è così che si chiama) sostituirà sicuramente tutti questi prodotti, aiutando in modo considerevole i tempi della prestazione grazie a due anestetici che riducono la sensibilità del pene.

Il prodotto potrebbe così sconfiggere i problemi d’ansia che stanno alla base del disturbo, riuscendo magari a far superare pian piano il problema dalla radice. Lo spray sarà disponibile nelle farmacie già dal 2014 e potrà essere acquistato solamente dietro presentazione della ricetta medica. Lo spray durerà addirittura per circa un anno per chi pratica sesso dalle sei alle sette volte al mese, inoltre potrà essere utilizzato anche cinque minuti prima che inizi il rapporto sessuale e il suo effetto va anche oltre le due ore.

Si attende solamente il consenso da parte della commissione europea per rendere commerciabile il prodotto fin da subito nel vecchio continente suscitando però non pochi dubbi che potranno essere sciolti solamente dopo che il Tempe Spray sarà utilizzato direttamente sul campo.
Per tutti i concorrenti sul mercato sarà un vero e duro colpo visto che lo spray sarà certamente molto più economico di ogni altra soluzione presente finora sul mercato, che oltre ad essere troppo costose sono anche il più delle volte inefficaci e poco sicure per la salute di chi ne fa utilizzo, magari ignaro delle controindicazioni che sono sempre presenti.

Eiaculazione precoce: arriva la app last longer

In arrivo un nuovo e forse  valido aiuto per gli uomini con difficoltà intime come l’eiaculazione precoce, l’applicazione si chiama  ’Last Longer’ed è una rivoluzionaria app creata da Peter McOwan, noto co-fondatore della QApps e ricercatore all’Università Queen Mary.

L’applicazione fornisce una nutrita serie di semplici consigli, ma molto utili per contrastare i flop tra le lenzuola ed il relativo imbarazzo,  “Last Longer” insegna una vasta gamma  di  esercizi per migliorare il controllo dell’eiaculazione, e l’ansia da prestazione che deriva dal disturbo stesso, gli esercizi mostrati da “Last Longer” sono basati su applicativi clinici di ultima generazione molto attendibili ed efficaci.

La nuova e particolare app potrebbe essere di aiuto a circa quattro milioni di uomini che soffrono di eiaculazione precoce. L’applicazione interattiva si basa direttamente su studi  clinici effettuati nella scuola di Medicina, ed è personalizzabile in modo da risolvere il problema, tracciando un quadro preciso dei progressi e rielaborando gli esercizi a seconda delle esigenze della singola persona.

La prima app in assoluto per smartphone dotata di una serie di tecniche di terapia cognitivo-comportamentale per guidare  le persone a migliorare il controllo eiaculatorio, una sorta di replica elettronica delle terapie usate dagli psicologi e dai sessuologi per aiutare gli uomini a superare le difficoltà della sfera sessuale fissando obiettivi settimanali. Una nuova frontiera verso il raggiungimento della ”salute sessuale” a cui tutti hanno diritto, per una migliore qualità della vita, e la stabilità dei rapporti di coppia senza frustrazioni e delusioni causate dalla continua mancanza di soddisfazione sessuale adeguata e reciproca;  il problema già difficile a una risoluzione definitiva si è sempre caricato anche delle forti difficoltà da parte degli uomini colpiti da questo disturbo di parlarne, sia con la compagna che con i medici. Questo silenzio forzato non faceva altro che amplificare sia il disturbo in se che le conseguenze del caso.

Questa applicazione ha tutti i requisiti per diventare un aiuto discreto e fruibile in modo pratico e personale, l’importante è mantenere costanti gli esercizi quotidiani e concentrarsi sui risultati con serenità e continuità. Ancora una volta il noto slogan ormai nelle orecchie di tutti ha fatto centro: esiste un app per tutto! Anche in questo caso!

Come affrontare l’Eiaculazione Precoce

Come affrontare l'Eiaculazione PrecoceL’eiaculazione precoce è un problema comune, ma stressante, e non solo tra i giovani.  Chi soffrire di eiaculazione precoce non può trattenersi dal eiaculare (o “venuta”) prima del tempo desiderato.La causa non è fisica, ma mentale. In altre parole, non è il pene dell’uomo che è “difettoso”, ma il suo cervello. Il vantaggio è che un uomo può imparare a controllare i suoi orgasmi ed evitare l’eiaculazione precoce con il tempo e la disciplina.

Come per molte disfunzioni sessuali,  esistono diversi gradi di eiaculazione precoce. Alcuni uomini sono così gravemente afflitti che non possono durare abbastanza a lungo per  avere un rapporto completo. Ma anche un uomo che può durare 15 minuti potrebbe cadere sotto l’ombrello di eiaculazione precoce se vuole durare da 5 minuti in più e non può farlo. L’arco di tempo dipende dall’uomo.

Il pene di un uomo che non è stato circonciso è spesso più sensibile di un uomo circonciso. Detto questo, nessuno studio scientifico ha dimostrato che la circoncisione crea una differenza significativa. Certamente un uomo che non è circonciso può imparare a prolungare il suo culmine in modo altrettanto efficace come un uomo che lo è.Perché non cercare di scoprire come prendere il controllo della situazione del tutto in modo da poter godere appieno e di impegnarsi in un rapporto? Detto questo, le persone hanno ogni sorta di idee su quello che può fare per farsi durare più a lungo prima di cercare un aiuto professionale. Come ci si potrebbe aspettare, i risultati sono misti.

Quali sono i sintomi? Il sintomo principale di eiaculazione precoce è l’eiaculazione incontrollata prima o poco dopo iniziato il rapporto sessuale. L’eiaculazione si verifica prima che la persona lo desidera, con minima stimolazione sessuale.
Come si cura?In molti casi l’eiaculazione precoce si risolve da sola nel tempo senza la necessità di un trattamento medico. Praticare tecniche di rilassamento o con metodi di distrazione può aiutare a ritardare l’eiaculazione. Per alcuni uomini, fermare o ridurre l’uso di alcool, tabacco o farmaci illegali possono migliorare la loro capacità di controllare l’eiaculazione.

Il trattamento per i casi più graviSe il problema eiaculazione sta causando notevoli problemi, è meglio consultare un esperto per il trattamento.
Il metodo Masters-JohnsonQuesto metodo cura la stragrande maggioranza degli uomini, a condizione che entrambi i partner sono pronti a cooperare.Si basa su una speciale ‘impugnatura’ sviluppata dalla American terapisti Masters e Johnson. Questo metodo può durare un mese o una settimana. Sotto attente istruzioni, la coppia può usarlo per un periodo di settimane, in genere rieduca l’uomo in modo che possa durare più a lungo. Ma tieni presente che la cura non può essere raggiunta in un giorno.

Ad ogni sessione di allenamento, il vostro partner mette la mano in modo che il pollicerimanga su un lato dello scroto.L’indice e il medio sono sull’altro lato.Il dito indice è appena sopra la cresta del glande, mentre il dito medio è appena sotto la cresta.Prima che l’uomo arriva all’orgasmo  stringe il suo albero saldamente tra il pollice e le altre due dita. (Non preoccupatevi: è indolore!)
Abbiamo visto molti uomini affetti da eiaculazione precoce che non potevano durare per 30 secondi, ma che erano in grado di durare fino a mezz’ora dopo l’allenamento attento per un periodo di mesi.

I farmaci antidepressiviNegli ultimi anni, inoltre si è rivelato possibile trattare questa disfunzione sessuale con farmaci antidepressivi presi un paio d’ore prima del rapporto. Il gruppo che sono utilizzati principalmente per questo scopo sono gli SSRI ( inibitori della serotonina selettivi del re-uptake). Per la maggior parte degli uomini,  crea effetti collaterali indesiderati. Ma per i ragazzi con l’eiaculazione precoce, è altamente auspicabile. Gli antidepressivi che sono comunemente usati per questo scopo comprendono clomipramina (Anafranil), fluoxetina ( Prozac ) e Sertralina ( Lustral ). Ma per favore attenzione: questi sono farmaci potenti che possono durare a lungo nel corpo, e hanno una notevole lista di potenziali effetti collaterali.Prima di optare per uno di loro, parlarne con cura con il medico. In molti paesi gli antidepressivi sono ora venduti illegalmente nei bar e per strada come “pillole di ultima-piu ‘. Noi sconsigliamo l’acquisto diretto di questi farmaci antidepressivi.

Gli antidepressivi sono farmaci soggetti a prescrizione medica, possono causare danni alle persone. I farmaci per inalazione nasaleIn realtà, l’unico punto dello spruzzo è quello di fornire un farmaco nel sangue più velocemente rispetto a quella ottenibile mediante l’apparato digestivo.Il farmaco che viene principalmente utilizzato in questi nuovi spray nasali è clomipramina - che, come abbiamo già detto, è un antidepressivo.